Fresatura: le fasi e gli impieghi di una lavorazione meccanica

Per il trattamento e la lavorazione delle superfici dei componenti meccanici, la fresatura è tra le principali tecniche di intervento.

Di per sé la fresatura è una tecnica di lavoro che procede "per asportazione", ovvero il suo fine è quello di rimuovere il materiale in eccesso attraverso l’utilizzo di un particolare arnese che, in base al movimento e al taglio, riesce a ottenere la superficie desiderata.


Precisione e finitura

La fresatura meccanica è quindi quella particolare tecnica per cui un componente meccanico (dalle minuterie agli ingranaggi passando per cuscinetti e pezzi di vario genere) viene trattato in modo che la sua superficie, interna e/o esterna, risulti perfetta. La perfezione ricercata dalle lavorazioni di fresatura è quella di ottenere una superficie con una finitura ottimale e una precisione millesimale. Le moderne macchine per la fresatura meccanica consentono di ottenere una precisione al micron, a dimostrazione di un’altissima efficienza tecnica e tecnologica.

Tale attenzione della fresatura meccanica per la precisione e la finitura risponde fondamentalmente a due esigenze: tecniche ed estetiche. In base al tipo di materiale (rame, zinco, alluminio, alluminio, leghe metalliche, ottone eccetera), infatti, attraverso la fresatura il componente ha una maggiore lucentezza e brillantezza che può risultare decisiva dal punto di vista estetico. La rimozione di imperfezioni e materiale in eccesso, ma anche la precisione nel realizzare gole, filettature, scanalature e qualsiasi altro tipo di lavorazione, rende le superfici dei componenti meccanici perfettamente efficienti per il loro utilizzo.

Nella meccanica in generale e nello specifico per quella di precisione è infatti fondamentale che ogni pezzo, dalla semplice rondella o bullone al componente più importante, sia messo nelle condizioni di lavorare perfettamente. Questo è possibile solamente se le superfici sono lavorate in maniera tale che non vi siano imperfezioni e nessun tipo di ingombro o fastidio che possa comprometterne il funzionamento.

La fresatura meccanica, come quella realizzata dai tecnici della Emmegi Spa, è destinata a un ampio ventaglio di applicazioni, da quelle del settore meccanico a quello industriale, passando per quello agricolo, medicale, edile e farmaceutico. Non ci sono settori esclusi dall’utilità di una buona fresatura e la fresatura meccanica della Emmegi Spa è la risposta vincente per qualsiasi tipo di lavorazione.


La fresa e la fresatrice

Quando si parla di fresatura meccanica è fondamentale conoscere le macchine e gli utensili impiegati per ottenere questo tipo di lavorazioni. In questo senso è importante distinguere tra fresatrice e fresa, nonostante possano apparire come la stessa cosa. La fresatrice, infatti, è la macchina utensile che si utilizza per la fresatura meccanica. Questa macchina è composta da una tavola (sulla quale viene fissato il componente da lavorare), un montante con un mandrino e una fresca e un motore elettrico che lo muove. Il motore muove aziona il mandrino che dà alla fresa il movimento necessario per asportare il materiale in eccesso.

Le fresatrici possono essere orizzontali o verticali a seconda che il mandrino sia montano orizzontalmente o verticalmente, consentendo di effettuare diverse tipologie di fresatura. La fresa, quindi, è l’utensile vero e proprio che fa parte della macchina fresatrice e che è di forma cilindrica e sulla cui circonferenza sono posti dei denti taglienti che svolgono il lavoro vero proprio di fresatura. Le frese possono essere di diversa forma (piane, frontali, elicoidali, eccetera) e con un diverso numero e posizione dei denti, offrendo una grande flessibilità e versatilità in termini di precisione di taglio e di lavorazione effettuata.

Il controllo numerico

Oggi la fresatura meccanica si avvale anche delle moderne tecnologie computerizzate, come quelle cosiddette del Controllo Numerico (CNC). Si tratta fondamentalmente di macchine fresatrici comandate e controllate da un computer precedentemente istruito dall’operatore specializzato che permette di aumentare la velocità di produzione e limitare ulteriormente le imperfezioni. Generalmente i centri di lavoro CNC utilizzano fresatrici a 3 assi, ma esistono anche quelle a 5 assi per le lavorazioni più specifiche e particolari.


Lavorazioni di fresatura

Come abbiamo potuto apprezzare, sia in base al tipo di movimento del mandrino che in funzione della forma della fresa, è possibile ottenere diverse lavorazioni di fresatura. La fresatura, infatti, risponde a diversi parametri, tanto che è possibile parlare di una vera e propria tecnica della fresatura. Questa si basa sulla velocità, la profondità e l’avanzamento. La velocità è quella relativa sia al taglio che alla rotazione del mandrino (indicata in giri al minuto). La profondità riguarda il taglio, sia quello assiale (la profondità della fresa secondo il proprio asse) che quello radiale (la profondità della fresa misurata sul proprio raggio). L’avanzamento è la misura della distanza che, durante ogni rotazione, ha la fresa. Tutti questi parametri sono variabili e consentono di ottenere una lavorazione fresatura sempre impeccabile e rispondente alle esigenze del committente.

Le applicazioni

La fresatura meccanica è, come detto, una lavorazione estremamente trasversale e versatile e può essere eseguita sia per la spianatura vera e propria delle superfici che per creare qualsiasi forma, profilo e scanalatura, anche quelle non simmetriche. Le applicazioni sono infinite e vanno dai componenti meccanici del settore automotive e del trasporto a quelli industriali e per la realizzazione di utensili e prodotti di qualsiasi tipo destinati ai vari settori professionali. Emmegi Spa è specializzata in questo tipo di lavorazioni grazie a una struttura aziendale qualificata costantemente orientata al futuro e all’innovazione tecnologica, finalizzata alla realizzazione di lavorazioni meccaniche di qualità eccellente e perfette per rispondere alle esigenze tecniche e commerciali dei propri clienti.


Emmegi TORNERIA, nata nel 1977 nell’entroterra marchigiano, è specializzata nella produzione di minuterie metalliche tornite in ottone su specifiche del cliente. Nel corso degli anni ha maturato con impegno e competenza una solida affidabilità nell’implementazione e nel perfezionamento del sistema di gestione qualità, ottenendo la certificazione UNI EN ISO 9001:2008.

Software personalizzati in base alle esigenze aziendali, sono utilizzati per migliorare i processi di supporto tecnico (quali la realizzazione di particolari da disegno o da campione in CAD), i processi di verifica dell’idoneità dei materiali e delle attrezzature impiegate, ed i processi di monitoraggio dell’efficienza del processo aziendale.